Trend dell’E-commerce

Lo scorso anno ha visto l’accelerazione di alcuni trend che prenderanno piede durante il 2022. In particolare:

 

Il Social Shopping diventa Live video shopping

Il social shopping si sta evolvendo verso il Live video. Il social shopping è stimato per un valore di 315 miliardi di dollari nel 2021 a livello mondiale.
I social media che ancora non avevano le funzionalità di acquisto come Twitter le stanno inserendo. Shopify ha stretto una partnership con Tiktok per la vendita online sul social media che ha emulato i servizi già presenti su Facebook e Instagram. Il fenomeno di vendere live i prodotti online è un’evoluzione del social shopping e delle televendite con la grande differenza del rapporto diretto con gli spettatori in tempo reale.
Questa modalità di vendita si è sviluppata in Cina dove si stima un fatturato di 423 miliardi per il 2022 aumentando dell’85% rispetto all’anno precedente e oggi si sta espandendo anche in Europa e Stati Uniti. Molti operatori hanno aperto canali ad hoc come Amazon Live e Taobao Live. Walmart, gigante della grande distribuzione che ha iniziato a utilizzare TikTok proprio per vendere i prodotti durante le live. Altri hanno creato canali specializzati come l’italiana Marlene o le statunitensi Bambuser e Livescale.

 

Ecommerce vocale

La diffusione degli assistenti vocali ha visto un’accelerazione con il lockdown e si prevede di raggiungere il numero di 8 miliardi entro il 2023 con un tasso di crescita del 25%.
La diffusione di questi oggetti (in particolare Alexa, Google Assistant e Siri) ha reso molto interessante la vendita di prodotti ad alto tasso di riordino con la voce. Oltre alla possibilità di acquistare su Amazon da Alexa è anche possibile integrarsi come hanno fatto Just Eat e Uber permettendo un acquisto con la semplice richiesta ad alta voce.

 

L’integrazione del negozio fisico con l’online

Dopo i primi esperimenti di integrazione dell’online con i negozi esistenti da parte dei retailer oggi si sta passando al passo successivo progettando gli spazi fisici con un modello di business integrato online. Ad esempio Ikea ha aperto il suo primo negozio di piccolo formato (4500 m2) a Londra, dove i clienti potranno acquistare fisicamente solo metà dei circa 4mila prodotti esposti. Tutti gli altri potranno essere ordinati per una consegna a casa. Dall’altro lato, chi cerca online su alcuni siti come Ikea, Decathlon e Argos può verificare la presenza di uno specifico prodotto presso il negozio fisico più vicino.

 

Realtà aumentata

La realtà aumentata permette di vedere il prodotto nel suo ambiente definitivo o indossato mentre si sta scegliendo.
Ad esempio, Ikea Place App permette di posizionare virtualmente un mobile nella nostra stanza, Dulux Visualizer App crea foto e video della propria stanza con i colori delle pareti ripitturate, Lego Hidden Side permette di vedere feature nascoste delle proprie costruzioni, Wanna Kicks app permette di vedere calzate le scarpe da acquistare, Warby Parker di scegliere gli occhiali e vedere come stanno addosso. Queste feature sono abilitate da servizi white label come Threekit e Atlatl.

 

Pagamenti a rate

La generazione dei millennial ha iniziato ad adottare l’alternativa alle carte di credito con borsellini buy-now-pay-later che permettono senza processi autorizzativi particolari di rateizzare gli acquisti. In Italia ci sono infatti solo 15 milioni di carte di credito e sono poco adottate dai più giovani che hanno trovato soluzioni alternative. Il sistema si presta particolarmente per la moda e beauty oltre che per l’elettronica di consumo. In Italia l’operatore svedese Klarna è il leader per queste soluzioni che sta portando anche sul retail fisico con approvazione immediata. Esistono tuttavia sempre più soluzioni integrate nei processi di acquisto, come Amazon che ha integrato il pagamento a rate di Cofidis in molti dei prodotti in vendita. Soisy, infine, propone un servizio simile che si basa su finanziamenti peer to peer garantendo agli investitori un ritorno del 4% e approvazione in 3 minuti.

 

Il Metaverso

Fino ad oggi il metaverso si è limitato ad essere una parola di cui tutti parlano, ma che nessuno ha ancora codificato. E’ tra tutti il trend più etereo, ma quello che dal punto di vista marketing potrà avere più effetto per gli operatori che vorranno esplorarne il senso. Le tecnologie che sono già mature sono: gli ambienti 3D virtuali, eredi di Second Life che permettono di regalare esperienze ai clienti; e le transazioni tra oggetti (digitali e fisici) che oggi sono abilitati da parte delle criptovalute e degli smart contract.

Alcune delle maggiori aziende, come Meta e Microsoft, stanno guidando la corsa alla creazione degli ambienti virtuali che popoleranno il Metaverso.
Gli utenti possono accedere tramite visori 3D, con avatar realistici, incontrare altri utenti, creare oggetti o proprietà virtuali, andare a concerti, conferenze, viaggiare e altro.

  • Meta Horizon Worlds e Work. Lanciato in beta nel 2019 da Facebook è ora disponibile per tutti gli utenti americani e canadesi. Horizon Worlds è un Metaverso ludico pensato per passare del tempo in compagnia di altre persone, utilizzando il visore Oculus Quest 2.
  • Microsoft Mesh è una piattaforma interattiva per esperienze virtuali all’interno del sistema di Microsoft Teams. Basata su HoloLens 2, simula di essere nella stessa stanza mentre si lavora da posizioni diverse.
  • Decentraland è un mondo virtuale creato da Ethereum. In questo universo virtuale gli utenti possono creare edifici, case, parchi e far pagare agli altri la visita. Tutti gli elementi virtuali di Decentraland possono essere acquistati con una criptovaluta chiamata MANA.
  • Sandbox è un Metaverso virtuale, con avatar che hanno uno stile visivo a blocchi come Minecraft e possono costruire, possedere e monetizzare utilizzando NFT e SAND. Sandbox ha stretto partnership con oltre 16 marchi per creare avatar di personaggi come Snoop Dog e The Walking Dead.

Scarica la ricerca completa

Download

Condividi l'articolo

10 Aprile 2024 - Milano

Ecommerce Italia 2024

La XVIII edizione del convegno “Ecommerce Italia” si terrà il 10 Aprile 2024 a Milano.

Maggiori Informazioni

Scopri l'evento

Partecipa al convegno

Iscriviti

Report e Dati

Archivio

Scopri dati e trend sull’ecommerce in Italia e scarica le ricerche.

L'archivio delle ricerche

Leggi di più

Ecommerce Ranking

Beta

La classifica di Casaleggio Associati dei migliori siti di ecommerce in Italia.

Scopri il ranking interattivo

Scopri di più
Ecommerce Italia by Casaleggio Associati

Casaleggio Associati
Tel. +39 02 89011466
P.IVA 04215320963
Contattaci

Iscriviti alla newsletter

Seguici sui social:

Privacy & Cookie Policy

© © Casaleggio Associati 2024
Tutti i diritti riservati.
È incoraggiata la condivisione.